PAGAMENTI con CARTE, PAYPAL o CONTRASSEGNO

ORDINI anche per telefono 051.0828948

PRODOTTO in ITALIA (Toscana)

Integratore notificato al MINISTERO della SALUTE

Biancospino, proprietà e benefici

Il Biancospino (Crataegus oxyacantha) è un arbusto o piccolo albero, alto circa 2 metri, appartenente alla famiglia delle Rosacee, che cresce spontaneamente nelle campagne, tanto nelle siepi quanto nei boschi. In primavera se ne raccolgono le sommità fiorite e si utilizzano queste, o le foglie e i fiori, accompagnati da una piccola quantità limitata delle parti legnose e delle foglie.

Le parti utilizzate in fitoterapia sono i fiori, le foglie e le bacche.

Fu solo dal XIX secolo che i medici iniziarono a impiegare il Biancospino nella cura di alcune malattie del cuore. «I numerosi studi farmacologici e clinici che seguirono confermano appieno le preziose virtù terapeutiche di questa pianta, che può essere considerata una delle piante più importanti per il cuore». (F. Perugini Billi, Manuale di fitoterapia, Azzano San Paolo 2004).

L’assunzione del Biancospino è spesso consigliata a coloro che soffrono di problemi cardiovascolari, nonché per le persone con disturbi quali agitazione, insonnia e disturbi nervosi. Al Biancospino infatti sono riconosciute le seguenti proprietà:

  • favorisce la regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare
  • svolge una benefica azione antiossidante
  • promuove il rilassamento
  • favorisce il benessere mentale

Queste funzionalità combinate ne fanno un prodotto fitoterapico importante: «Gli estratti di Biancospino riducono la pressione arteriosa, gli attacchi di angina e la colesterolemia, prevenendo la deposizione di colesterolo sulle pareti arteriose e migliorando la funzionalità cardiaca» (J. E. Pizzorno Jr., M. T. Murray, Trattato di medicina naturale, 2001).

Flavonoidi, il principio attivo del Biancospino

Tra i costituenti vanno considerati in primo luogo i flavonoidi; inoltre ne vanno aggiunti altri quali catechine, acidi fenolici, triterpeni pentaciclici, oli essenziali e amine.

È tuttavia l’elevata percentuale di flavonoidi a rappresentare il principio attivo della pianta. Questi sono la sostanza a cui si devono in gran parte le benefiche proprietà svolte dal Biancospino.

Ecco perché nella scelta di un integratore naturale a base di Biancospino, è sempre opportuno orientarsi su un prodotto con un’elevata concentrazione di principio attivo, come il BIANCOSPINO PureNatural, titolato al 40% in flavonoidi.

La percentuale del 40% di flavonoidi è, infatti, una delle massime concentrazioni di principio attivo che si può ottenere dalla pianta, nonché una delle più elevate disponibili sul mercato. Il BIANCOSPINO PureNatural mette quindi a disposizione un dosaggio ottimale di principio attivo per sfruttare al meglio tutte le benefiche proprietà della pianta.

icona-foglie-pn
Gli integratori non sono sostituti di una vita sana. I risultati possono essere condizionati da vari fattori e variare da persona a persona.

FAQ – Domande Frequenti

Il Biancospino può essere assunto in ogni momento della giornata, cercando di essere costanti e di rispettare le dosi consigliate.
Le pastiglie vanno deglutite intere con l’aiuto di un bicchiere d’acqua, nei dosaggi consigliati (da 2 a 4 pastiglie al giorno). Per favorire la deglutizione è anche possibile spezzare le pastiglie prima di ingerirle.
Il Biancospino è una pianta sicura senza specifici effetti collaterali e controindicazioni. È consigliabile cautela nella sua assunzione solo chi ha abitualmente una pressioni bassa; in presenza di dubbi e patologie specifiche, è sempre opportuno rivolgersi al proprio medico curante.

15,90